1 marzo 2016

Andare...



La fatica dell’andare per montagne non è altro che intima solitudine che avvolge l’animo di ognuno di noi anche stando insieme, intima solitudine che diventa dimensione necessaria per divenire personale esperienza d’incontro con se stessi e con l’ambiente che ci ospita.
Credo che il valore di questa fatica è insito nella sua gratuità, in queste proiezioni di luci, suoni, aria, profumi e colori che danno forma a caleidoscopiche scenografie che fanno bene al cuore e restano per sempre nella memoria dei miei giorni.   

Nessun commento:

Posta un commento