3 agosto 2015

Le mie escursioni...


Saliamo al cielo come vapore, per approfondire noi stessi ed attraversarci, come si attraversa l’amore ed oltrepassare un limite. 
La montagna è anche un modo per sperimentare l’anima, forse cercando, chi lo sa, la nostra prima radice. Condividere la montagna con chi accompagno è per me un andare ed incontrare, un dare e ricevere che si moltiplica come in un caleidoscopio. Ogni escursione non è uguale a se stessa, perché ogni volta c’è sempre un di più che rimane dentro, indimenticabile, perché ogni escursione ha bisogno di qualcosa di noi. Ed è questa voglia di sudore, di fatica, di curiosità e di aprirsi agli altri, è un respiro trattenuto nella contemplazione e nell’incanto di un attimo. 
Le mie escursioni non sono solo foto, ma relazioni con gli altri e un ritrovarsi con se stessi. Le mie escursioni sono un rinfresco interiore, un romanzo, una poesia, un viaggio, aria e leggerezza, un immergersi con se stessi e con gli altri. Immergersi dentro qualcosa di nuovo e soprattutto di vero. 
Questa salita è uno squarcio, uno squarcio nel mio animo, angoli di montagna da scoprire con lentezza, quella lentezza che è l’essenza stessa della vita in montagna. E' ciò che non riesco più a narrare lo sussurra il vento.

Nessun commento:

Posta un commento