16 giugno 2015

Amore ti scrivo...



Caro amore,
ti scrivo a cuore aperto, perché come tu sai non sono tanto bravo con le parole dette a voce, ed allora ho deciso di affidare alla scrittura quello che voglio dirti affinché tu capisca che non sei sola.
Io non posso capire quello che provi ne tanto meno immaginare il tuo dolore, la vita non sempre è giusta e forse nella stessa vita la morte restituisce la sua dimensione più vera, l’essenza a tutte le cose.
Sei stata insieme con tuo padre nella trincea della vecchiaia, fianco a fianco, da figlia sei diventata aiuto, sostegno, forse anche sorella, ma questo so che a te non basta, col tuo carattere testardo da “bimba” capricciosa avresti voluto essere più perfetta, ancora più presente, aver detto quello, non aver detto quell’altro, aver fatto di più.
Invece, credimi, la cosa più bella per te ed essere stata insieme a lui fino alla fine, aver vissuto assieme ed essere esistiti tanto da poter portare nel tuo cuore tutto per sempre.
Un giorno le lacrime si asciugheranno e tornerà la serenità poiché l’incessante ciclo della vita ha bisogno di compiersi per poter continuare. Ora i suoi occhi, il suo sorriso, i suoi silenzi, il suo sarcasmo saranno solo ricordi da conservare per sempre, indelebili nella tua memoria, ti aiuteranno a disegnare i contorni della sua anima, tutti momenti preziosi dentro la valigia che ti lascia sulla strada della Vita. 
Quando il vento, un giorno, si calmerà, uno spiraglio di pace nel tuo cuore ti farà capire che è giusto così, che questa è la vita, che niente è per sempre, solo l’Amore.
Anche se forse alcune volte ho usato la mia vita come una falce, battendola senza paura di colpire il sasso nascosto tra l’erba, giorno dopo giorno consumata continua a tagliare il ricco grano della vita, perciò sappi che io sono qui, per accogliere e curare il tuo dolore perché forse è più facile se lo si condivide con chi si ama e per rafforzare la tua “resilienza” ci saranno le carezze dei nostri bimbi come balsamo sulle tue cicatrici.
E allora, amore mio, guarda il cielo, guarda l’infinito sopra di te, noi siamo piccoli rispetto a tutto ciò, ma ancora tanto di grande e di bello ci aspetta. Senti quanta energia c’è in questo miracolo della Vita dove tutto si rinnova e cambia forma, ogni cellula, ogni scorcio della bellezza della natura, ogni fremito ed emozione non va perduta perché tutto si schiude nel mistero del mondo dove si aprono fiori che nessuno ha mai piantato.
Tuo per sempre…
Roberto

Nessun commento:

Posta un commento